Vote for Animals
The pledge

Impegno generale

Impegnati per gli animali

Impegnarsi a garantire che gli animali siano riconosciuti come esseri senzienti e che questo sia riconosciuto in tutte le proposte legislative e iniziative politiche parlamentari attinenti.

Il Trattato di Lisbona ha introdotto nel Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea il riconoscimento degli animali come esseri senzienti (Articolo 13 del Titolo II). Affinché venga preso debitamente in considerazione, questo articolo dovrebbe essere citato in ogni rapporto parlamentare e documento riguardante tutte le proposte legislative e iniziative politiche relative alla tutela degli animali.

Promuovere e appoggiare sviluppi politici mirati all’introduzione di standards migliori in materia di tutela degli animali”

Molte iniziative che vedranno la luce in questa nuova Legislatura avranno il potenziale di far avanzare o minare gli interessi degli animali. Invitiamo i deputati europei a sfruttare l’intera gamma di iniziative parlamentari a loro disposizione – relazioni di iniziativa, inchieste, interrogazioni parlamentari, mostre e conferenze – per promuovere standards migliori in materia di “benessere animale”.

Esortare la Commissione a garantire un’efficace applicazione e attuazione della legislazione relativa alla tutela degli animali in tutti gli Stati membri

Esistono una serie di norme giuridiche dell’UE in materia di benessere degli animali presenti in molti atti legislativi, ma la conformità e l’applicazione troppo spesso non soddisfano le aspettative. Ad esempio, gli audits della Commissione hanno riscontrato che il 95-100% dei suini vengono sottoposti a mutilazione della coda nei Paesi Bassi, in Italia, Spagna, Danimarca e Germania, in diretta contraddizione con la legge dell’UE. Il Parlamento ha un potere di controllo per garantire che la Commissione intraprenda azioni correttive per risolvere quei casi in cui la legge mirata alla protezione degli animali non viene attuata correttamente.

Appoggiare l’adozione di una legge quadro sulla tutela  degli animali per fornire un livello minimo di protezione a tutti gli animali, salvaguardando l’acquis esistente

L’attuale legislazione dell’UE relativa al “benessere degli animali” è ancora limitata nel suo campo di applicazione. L’introduzione di una norma quadro dell’UE sulla tutela degli animali avrebbe l’obiettivo di fornire una protezione di base a tutti gli animali, compresi gli animali randagi, in modo da rispecchiare il principio della senzieta’ degli animali sancito dall’articolo 13 del Trattato. La legge non dovrebbe in alcun modo ridurre l’attuale acquis dell’UE in materia di tutela degli animali, ma fornire norme chiare che facilitino una migliore e più completa conformità con la legislazione vigente.

In caso di revisione dei Trattati, appoggiare l’inclusione della tutela degli animali come competenza condivisa

Le Istituzioni UE possono adottare norme sulla tutela degli animali solo nel contesto della politica agricola comune (PAC), del buon funzionamento del mercato interno o della protezione della salute pubblica per quanto riguarda le malattie trasmissibili da animali. Trasformare il “benessere degli animali” in una competenza condivisa consentirebbe alle Istituzioni dell’UE di creare norme sulla tutela degli animali senza vincoli, proprio come si può fare nei singoli Stati Membri. Ciò riflette le aspettative della maggior parte dei cittadini della UE, che chiedono che alcune o la maggior parte delle decisioni in materia di “benessere degli animali” siano prese a livello dell’UE (Eurobarometer, 2016).

Chiedere alla Commissione Europea di nominare un Commissario per la tutela degli animali

La tutela degli animali è una tematica orizzontale che riguarda una serie di politiche europee. Oggi circa un quarto dei servizi della Commissione riguarda direttamente gli interessi degli animali. Affidare il tema del “benessere degli animali” a un unico Commissario è importante per garantire un approccio congiunto da parte dell’esecutivo dell’UE. Ciò invierebbe un forte messaggio sull’impegno della Commissione a migliorare effettivamente la vita degli animali.